La mia versione del "puukko", il coltello finlandese

  • 16 Replies
  • 9121 Views
*

Offline Il Tano

  • ***
  • 2.068
  • Respect: +827
  • Pratico: Resilienza
La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« on: August 25, 2012, 22:59:53 pm »
+6
Come va?
L'altro giorno mi sono imbattutto in un lavoro realizzato parecchio tempo fa, nel 1996/97, presso l'universitá di arte e design di Helsinki.

Avevo scelto di seguire un corso di gioiello e di lavorazione del legno e, unendo l'utile al dilettevole, avevo avuto la "brillante" idea di costruire il mio puukko.

Il puukko é IL coltello finlandese. Principalmente uno strumento di lavoro, che venima peró impiegato abbondantemente anche per risolvere con la violenza, discussioni gonfiate dall'alchool.

La Finlandia era un tempo (e se non ricordo male) il paese con il maggior numero di omicidi all'arma bianca, generalmente favoriti dalla disponibilitá di questo attrezzo sempre infilato alla cintura.




Finalmente decisi solo di ispirarmi al puukkoo e costruire qualcosa di ornamentale che appagasse piú liberamente il mio gusto.

Mi importava che avesse delle linee essenziali, eleganti e con una buona proporzione tra lama e impugnatura. Nell'estetica mi sono anche lasciato influenzare dalle spade e coltelli giapponesi.

Oltre a disegnarlo, ho realizzato le parti in legno (un unico pezzo di ginepro) e l'elsa (ottone). La lama me l'ha preparata un coltellaio finlandese seguendo il disegno. Il metodo costruttivo sarebbe dovuto essere diverso, ma costruirlo seguido la tradizione  sarebbe stato troppo difficile per le mie abilitá

E' un oggetto che si potrebbe definire "equitativo", perché non puoi essere mai sicuro di avere "il coltello dalla parte del manico"  :D




Avevo disegnato l'impugnatura in modo da far apparire una maggiore "sinuositá" guardando il coltello da quell'angolo:





















 

*

Offline bushi highlander

  • **
  • 955
  • Respect: +94
    • Kurodaiya
  • Pratico: Kurodaiya selfdefense - Goshin jitsu
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #1 on: August 25, 2012, 23:09:26 pm »
0
Complimenti, veramente bello! :-* :-* :-*
Tas e tira!

*

Offline Gargoyle

  • *****
  • 20.226
  • Deo Vindice
  • Respect: +8011
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #2 on: August 26, 2012, 11:36:06 am »
0
Bel lavoro.  :thsit:

Ma se permetti un'annotazione, come mi aveva fatto notare un amico finlandese con un certo disappunto, il puukko NON è un coltello. il puukko è il puukko!
Improvvisare, adattarsi e raggiungere lo scopo.

*

Offline Ethan

  • ******
  • 9.111
  • Respect: +995
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #3 on: August 26, 2012, 14:07:23 pm »
0

come mai il ginepro?



Quote
Avevo scelto di seguire un corso di gioiello e di lavorazione del legn
se ti va,butta giù qualche riga ;)

*

Offline Il Tano

  • ***
  • 2.068
  • Respect: +827
  • Pratico: Resilienza
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #4 on: August 26, 2012, 17:14:28 pm »
+2

come mai il ginepro?



Quote
Avevo scelto di seguire un corso di gioiello e di lavorazione del legn
se ti va,butta giù qualche riga ;)

Sinceramente l'uso del ginepro me lo aveva proposto il responsabile del wood workshop. Era una ragazzo finlandese con grande esperienza nella lavorazione del legno e di "playwood" e mi ero affidato al suo consiglio

Rispetto alla seconda domanda non ho capito bene cosa ti interessa sapere. Peró ci provo.

Ho studiato disegno industriale al Politecnico di Milano e ho potuto fare un anno di Erasmus (intercambio di universitá) ad Helsinki nella TAIK, appunto l'uni di arte e disegno di Helsinki.

Era un edificio di 9 piani, in ogni piano trovavi un differente departamento relazionato con il disegno e una quantitá infinita di laboratori per realizzare cio che disegnavi. Io avevo approfittato al massimo spaziando nel laboratorio del legno, della cermica, del metallo, del gioiello. C'era anche un lab per soffiare il vetro ma quello richiedeva esperienza.

Rispetto al sistema di produzione del coltello finlandese, il metodo tradizionale é preparare la lama, preparare il manico in un pezzo solo e poi arroventare la spina della lama e piantarla a caldo dentro il menico. Cosí mi avevano spiegato. Ero andato a visitare anche il laboratorio di un coltellaio ed era spettacolare, un tipone enorme e barbuto che lavorava in un antro oscuro. Sembra la fucina di thor.

Per me era troppo complicato quindi mi avevano consigliato di prendere un pezzo di ginepro, tagliarlo in 4 parti uguali con sega circolare (due metá per il fodero, due per la lama), lavorare i pezzi su delle sending maschines (smerigliatrici?) per dargli la forma di massima, poi preparare l'incavo nel fodero e manico, incollare tutto con colla bicomponente epossilica e finalmente rifinire la forma con carta vetrata. Usando lo stesso pezzo di legno le venature e colori avrebbero coinciso.


*

Offline Il Tano

  • ***
  • 2.068
  • Respect: +827
  • Pratico: Resilienza
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #5 on: August 26, 2012, 17:30:24 pm »
+2
Visto che da queste parti ci sono vari amanti delle lame vi passo un altro paio di info sul coltello finnico.

Nel 900, Tapio Virkkala,  un famoso disegnatore industriale finlandese, si é cimentato con il puukko, creando una versione particolarmente bella, secondo il mio punto di vista, per la sua semplicitá e pulizia delle linee.

L'ho cercato disperatamente per poterlo comprare ma era difficilissimo trovarlo in giro perché uscito di produzione da anni


Cercando adesso in internet sembrerebbe che lo hanno messo di nuovo in produzione, mi pare la conosciuta ditta Hackman

Anche la Fiskars ha messo in produzione vari coltelli puukko, anche molto economici per usare come coltelli da lavoro. Me ne ero comprato uno ma purtroppo l'ho perso:
Era tipo questo:


c'é anche una versione militare prodotta dalla FIskars: Il "Sissipuukko"

L' M95 sissipuukko:


Magari giá conoscevate queste cose, ma nzomma, spero che sia risultato interessante.
Un saluto
Federico
« Last Edit: August 26, 2012, 17:32:51 pm by roroarro »

*

Offline Davide.c

  • ***
  • 1.461
  • Respect: +638
  • Pratico: Karate Rinnegato, Pesistica Trappana e MMA Occasionali
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #6 on: August 27, 2012, 12:20:08 pm »
0
Tutti bellissimi. Il tuo mi piace davvero un sacco, anche se un paio di cm in più alla lama avrebbero aiutato nelle proporzioni secondo me. In ogni caso un coltello bellissimo, specialmente nella tua versione  :-*
- Fondatore del dojo rinnegato e della BUFF Caverna
- Karateka libero
- Lupo Rognoso della compagnia dello scarafaggio

"Strength is born in the deep silence of long-suffering hearts; not amid joy." - Sir Arthur Helps

*

Offline Ebony Girls Lover

  • *****
  • 5.196
  • Respect: +1387
  • Pratico: Timidezza Cronica & Cassa Disintegrazione Perpetua
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #7 on: August 27, 2012, 12:27:57 pm »
0
Grande.
Su rriatu a San Francisco/nun sapendo come agiscu/cu nu vecchiu camburrista/m'aggiu misu a pazziar./Pazziando e pazziando/di curtellu e di bastone/per sfregiar stu carognone/che tradisce la società./Mo si presenta nu picciottellu/culla coppola de sgarru/esci fore maresciallo/ca la faccie taggiu sfregiar./Mo se presenta nu capuposto/culla coppola de sgarru/co nu bastoncinu a manu/cinque lire tu m'ai dar./Cinque lire ieu nun le tegnu/cinque lire nu tel le do/si picciottu de prtima uscita/nu ppartieni alla società./Società cunsegna é bona/di curtellu e di bastone/per sfre

*

Offline cooks71

  • ****
  • 3.183
  • Respect: +706
    • Francescocotti.it
  • Pratico: Arti Marziali Filippine, Combatives
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #8 on: August 27, 2012, 12:35:25 pm »
0
Io ho sempre adorato il design del Puuko.

Però mi sono "accontentato" nel 1999 della interpretazione Cold Steel: lo SRK.
Gliene ho fatte di TUTTI COLORI, ed è ancora là. Il mio coltello più utilizzato.

"Great things have small beginnings, sir."
Lawrence Of Arabia (1962)

*

Offline Il Tano

  • ***
  • 2.068
  • Respect: +827
  • Pratico: Resilienza
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #9 on: August 27, 2012, 14:05:43 pm »
0
Bel lavoro.  :thsit:

Ma se permetti un'annotazione, come mi aveva fatto notare un amico finlandese con un certo disappunto, il puukko NON è un coltello. il puukko è il puukko!

hehe... finlandesi orgogliosi.


*

Offline Gargoyle

  • *****
  • 20.226
  • Deo Vindice
  • Respect: +8011
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #10 on: August 27, 2012, 14:16:36 pm »
0
Bel lavoro.  :thsit:

Ma se permetti un'annotazione, come mi aveva fatto notare un amico finlandese con un certo disappunto, il puukko NON è un coltello. il puukko è il puukko!

hehe... finlandesi orgogliosi.

Si, decisamente, ma in modo piacevole  :)
E' stato lui a farmi avere un Sissipuukko, l'M95 con fodero in plastica (quello che invece hai messo te nella foto fuori dal fodero è l'M07, la versione a lama più corta  ;) ) e assieme mi ha anche spedito una bottiglia del loro liquore alla liquirizia!  :gh:

Comunque concordo, gli scandinavi, e in particolar modo i finlandesi, sono coltelli eccezionali, ne ho diversi. E le versioni moderne come l'M95 o l'SRK sono due dei tre coltelli che ho usato di più in assoluto
Improvvisare, adattarsi e raggiungere lo scopo.

*

Offline Il Tano

  • ***
  • 2.068
  • Respect: +827
  • Pratico: Resilienza
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #11 on: August 27, 2012, 14:18:16 pm »
0
Io ho sempre adorato il design del Puuko.

Però mi sono "accontentato" nel 1999 della interpretazione Cold Steel: lo SRK.
Gliene ho fatte di TUTTI COLORI, ed è ancora là. Il mio coltello più utilizzato.



Spartano!
Effettivamente i coltelli é bello usarli, anche se devo ammattere che avrei qualche remora con un "Col Moschini" ad esempio.

*

Offline Il Tano

  • ***
  • 2.068
  • Respect: +827
  • Pratico: Resilienza
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #12 on: August 27, 2012, 14:22:40 pm »
0
Bel lavoro.  :thsit:

Ma se permetti un'annotazione, come mi aveva fatto notare un amico finlandese con un certo disappunto, il puukko NON è un coltello. il puukko è il puukko!

hehe... finlandesi orgogliosi.

Si, decisamente, ma in modo piacevole  :)
E' stato lui a farmi avere un Sissipuukko, l'M95 con fodero in plastica (quello che invece hai messo te nella foto fuori dal fodero è l'M07, la versione a lama più corta  ;) ) e assieme mi ha anche spedito una bottiglia del loro liquore alla liquirizia!  :gh:

Comunque concordo, gli scandinavi, e in particolar modo i finlandesi, sono coltelli eccezionali, ne ho diversi. E le versioni moderne come l'M95 o l'SRK sono due dei tre coltelli che ho usato di più in assoluto

La prossima volta che mio babbo viaggia in USA mi sa che ci faccio un pensierino...
Il sissipuukko o anche questo:
http://www.kellamknives.com/index.php?main_page=product_info&cPath=1_33_36_42&products_id=6

Io comprerei l'M07 comunque... Mi piaciono le lame piú corte, non so perché.

*

Offline Il Tano

  • ***
  • 2.068
  • Respect: +827
  • Pratico: Resilienza
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #13 on: August 27, 2012, 14:23:46 pm »
0
Grazie a tutti per i complimenti. Mi fa piacere che vi sia piaciuto!

*

Offline Gargoyle

  • *****
  • 20.226
  • Deo Vindice
  • Respect: +8011
Re:La mia versione del "puukko", il coltello finlandese
« Reply #14 on: August 27, 2012, 14:28:05 pm »
0
Molto bello anche quello, ma a gusti personali, in fatto di uso mi sono trovato molto meglio con le versioni moderne, mi faccio meno problemi ad usarli
Improvvisare, adattarsi e raggiungere lo scopo.