La nobile arte di proporre le proprie tesi

  • 8 Replies
  • 1474 Views
*

Offline Rev. Madhatter

  • ******
  • 14.974
  • Perchè pratichi?
  • Respect: +6900
  • Pratico: CACC, but still Muay Thai inside.
La nobile arte di proporre le proprie tesi
« on: February 26, 2012, 20:07:05 pm »
+10
"Argomentare" e' un argomento troppo vasto, mi vorrei limitare a un piccolo vade-mecum utile per tutti quelli che si lamentano di non essere capiti.

Spesso qualcuno finisce a pensare che gli altri non vogliano a priori capirci, ma questa e' semplicemente una falsita'.






"un argomento (o argomentazione) è un discorso mediante il quale si cerca di fornire un fondamento ad una certa asserzione che richiede di essere giustificata. Il fondamento così fornito costituirà dunque l'insieme delle ragioni per le quali quella certa asserzione risulterà effettivamente giustificata, in quanto, appunto, fornita di ragioni."[1]


UMILTA':
E' la cosa piu' importante. Sembra un sacco scontato ma e' la base necessaria per discutere.
Come si usa l'umilta'?
Ad esempio puo' capitare che abbiamo torto, discutere significa mettersi nella disposizione d'animo tale che se l'altro dimostra di avere argomenti convincenti...bisogna riconoscerlo![2]
Oppure si potrebbe usare nel caso in cui tutti abbiano una opinione contraria alla nostra nonostante i nostri argomenti: Invece che mandarli a cagare si potrebbe provare ad argomentare in maniera diversa.


CHIAREZZA:
Buoni spunti per un argomentazione decente
  • E' bene avere chiaro in mente lo scopo che ci si prefigge di raggiungere con la comunicazione.
  • E' importante porre in evidenza le prove a sostegno delle proprie idee,senza confonderle con le proprie opinioni.
  • Si deve dare ordine logico e consequenzialità al proprio discorso
  • Bisogna mantenere la coerenza con quanto sostenuto, evitare le contraddizioni


PROVE:
Cosa ricade sotto la categoria "prove"?
Essenzialmente 2 cose:
  • fatti: I fatti non sono "aneddoti",ma sono evidenze empiriche; mio cugggino e' un aneddoto, la gravita' e' un fatto[3], nel mezzo ci sono diversi gradi: dalla ricerca scientifica ad esperienze comuni. Invito a vedere anche[4]
Spoiler: show
"Vieni a vedere" puo' essere una prova,ma e' discretamente scortese pretendere che su un forum,dove essenzialmente si discute,debbano essere gli altri a venire a vedere le altrui prove, "vengo al prossimo raduno e vi mostro" e' decisamente piu' cortese e fa prendere molto piu' sul serio l'autore. Qualora uno non fosse in grado di dare queste prove farebbe bene a stare direttamente zitto,essendo questo un forum.

  • ragionamenti: Un ragionamento,piu' o meno rigorso, tanto piu' chiaro ed esplicito possibile, permette alle altre persone di capire come si e' giunti a certe conclusioni e, se non condividerle, comprendere almeno il percorso nel quale ci si sta muovendo.
Se non avete nessuno dei due elementi...allora non avete nemmeno una opinione,ma una credenza a minchia maturata chissa' come. E no,il fatto che voi ci crediate non costituisce un argomento.
Potete avanzare un ipotesi di riflessione " e se invece gli unicorni esistessero?", ma badate bene di tenere a mente che non e' un argomento.



DOMANDE:

E' necessario all'interno di una discussione rispondere alle domande, in maniera il piu' possibile precisa e puntuale; come quando eravate a scuola, non divagate, e' buona norma partire prima con la risposta concisa e poi espanderla:

Esempio:"Credi che esistano degli unicorni?"

Giusto"No, non ne ho mai visti ne ho alcuna evidenza della loro esistenza,dunque sono portato a credere che non ne esistano; tuttavia non posso escludere a priori questa possibilità poiche' in un universo infinito vi sono infinite possibilita' e nulla esclude che da qualche parte esistano degli unicorni"

Sbagliato"Chi sei tu per venirmi a chiedere in cosa credo? E d'altra parte bisognerebbe capire cos'e' un unicorno, come fai a dire che non esistono unicorni? Hai qualche prova per dire che non esistono unicorni? no allora pensa ai cazzi tuoi che ho visto che credi in krsna che non e' tanto diverso da un unicorno..."

Lasciare domande insolute significa non permettere alla discussione di progredire, ripetere il proprio pensiero in maniera uguale non cambiera' nulla.
 1. University of Wikipedia
 2. E' un po' come fare a pugni gente, bisogna mettere in contro che si potrebbero prendere botte; e sempre per analogia rifuggire una discussione e' come scappare da un confronto: e' da conigli e non fa crescere nessuno.
 3. si,lo so, si potrebbe discutere anche di questo...
 4. https://www.artistimarziali.org/forum/index.php?topic=9388.msg217559#msg217559
« Last Edit: February 26, 2012, 20:16:10 pm by Rev. Madhatter »
Peccato che la stupidità non sia dolorosa.
(A. S. LaVey )

il test d'ingresso funziona così
"ISCRIVITI GRATIS
va bene
SONO CENTO €
ma avevate detto gratis
SONO PER LE SPESE DI SEGRETERIA ..."

se ti lamenti, non sei adatto ad essere munto, altrimenti cerimonia del the in arrivo e tutti col collo gonfio ad accoglierti

*

Offline Gelo - Killer Whale is back!

  • *****
  • 4.275
  • Il Lupendolo
  • Respect: +131
  • Pratico: Pizze Napoletane & Met. Scientifico
Re:La nobile arte di proporre le proprie tesi
« Reply #1 on: February 27, 2012, 08:29:01 am »
0
Io ci sono negato per questa cosa. :dis:
Non avere timore, innanzi ai tuoni nemici.
Sii impavido e retto, cossichè Dio possa amarti.
Dì sempre il vero, anche se ti conduce alla morte.
Salvaguardia gli indifesi e non fare torti.
E' il tuo giuramento!
(schiaffo)
E questo, affinchè te ne ricordi!
Sorga un cavaliere.

Cit - Le Crociate (Kingdom Of Heaven)

*

Offline Dipper

  • *****
  • 12.859
  • What?
  • Respect: +5647
  • Pratico: Karate - PA
Re:La nobile arte di proporre le proprie tesi
« Reply #2 on: February 27, 2012, 09:20:23 am »
0
Interessante :thsit:
継続は力なり 空手の修業は一生である
UIPASC
AIF FIPL

*

Offline Rangio

  • ***
  • 1.105
  • ...against all odds
  • Respect: +288
  • Pratico: La Via d'Uscita
Re:La nobile arte di proporre le proprie tesi
« Reply #3 on: February 27, 2012, 09:27:34 am »
0
Spesso prevale l'approccio shopenaueriano dell'arte di avere ragione apprezzabile se si tratta di un contradditorio, ma su un forum dove si dovrebbe intendere il dialogo come un momento di crescita... salvo poi abbandonare la discussione quando non si è capiti nascondendosi dietro una falsa parvenza di umità con il "non mi sono spiegato bene io", fino all'evasione della domanda. Atteggiamento, quest'ultimo, ancor più insopportabile.

Il mio è un discorso generico che non riguarda post più o meno recentemente aperti.
« Last Edit: February 27, 2012, 09:31:28 am by Rangio »
Do what you can, with what you have, where you are.
(T. Roosevelt, XXVI President of United States of America)

Dorje, my Hi-Tech Hero : )

*

Offline Giorgia Moralizzatrice

  • ******
  • 11.096
  • Respect: +2137
Re:La nobile arte di proporre le proprie tesi
« Reply #4 on: February 27, 2012, 11:39:15 am »
0
Io più che di umiltà parlerei di onestà intellettuale.

@Rangio: non vedo perchè l'approccio shopenaueriano (bell'aggettivo...) non dovrebbe essere tenuto su un forum, ogni discussione è un contraddittorio no? Contraddittorio nel senso di confronto e anche contrasto per confrontare due o più punti di vista differenti.
I requisiti per una discussione sono onestà intellettuale e una mente aperta, senza questi nessun confronto è possibile


*

Offline Rangio

  • ***
  • 1.105
  • ...against all odds
  • Respect: +288
  • Pratico: La Via d'Uscita
Re:La nobile arte di proporre le proprie tesi
« Reply #5 on: February 27, 2012, 11:42:33 am »
0
Perchè, come l'ho inteso io,  è un approccio che non si cura della ricerca del confronto come crescita, ma solo per avere la meglio, dialeticamente, sulla tesi altrui.
Tipo: "non importa se quello che dice è giusto o meno, basta che alla fine abbia ragione comunque io".
Do what you can, with what you have, where you are.
(T. Roosevelt, XXVI President of United States of America)

Dorje, my Hi-Tech Hero : )

*

Offline Giorgia Moralizzatrice

  • ******
  • 11.096
  • Respect: +2137
Re:La nobile arte di proporre le proprie tesi
« Reply #6 on: February 27, 2012, 11:48:50 am »
0
Io l'ho interpretata come un vademecum per individuare (e difendersi) dai tentativi di argomentare in maniera scorretta, non tanto un incitamento ad usarli, ma avevo letto cose sparse e senza alcuna preparazione di base (anche se l'argomento mi ha sempre interessato)
I requisiti per una discussione sono onestà intellettuale e una mente aperta, senza questi nessun confronto è possibile

*

Offline Rangio

  • ***
  • 1.105
  • ...against all odds
  • Respect: +288
  • Pratico: La Via d'Uscita
Re:La nobile arte di proporre le proprie tesi
« Reply #7 on: February 27, 2012, 11:56:33 am »
0
Nemmeno io, forse il mio post è equivoco e.... mi sono spiegato male ;)
Do what you can, with what you have, where you are.
(T. Roosevelt, XXVI President of United States of America)

Dorje, my Hi-Tech Hero : )

*

Offline Giorgia Moralizzatrice

  • ******
  • 11.096
  • Respect: +2137
Re:La nobile arte di proporre le proprie tesi
« Reply #8 on: February 27, 2012, 12:01:31 pm »
0
 :D
I requisiti per una discussione sono onestà intellettuale e una mente aperta, senza questi nessun confronto è possibile