Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.

  • 83 Replies
  • 13313 Views
*

Offline Clode

  • **
  • 889
  • Respect: +605
    • Mixed Martial Brixia
  • Pratico: Mixed Martial Brixia
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #30 on: November 29, 2013, 14:13:24 pm »
0
il discorso pesetti per il vuoto é una di quelle cose che mi ha sempre un pó lasciato dei dubbi.
Per molto intendo 3rx3' 3 volte a settimana con obbigligo in caso il colpo non sia più esplosivo di togliere all'istante il pesetto e proseguire senza.

Ecco un modo oculato di eseguire l'esercizio.
come capisci se il colpo ha perso di esplosivitá? occhiometro oppure con dei test?
ad occhio...francamente non mi vengono in mente dei test...

*

Offline Shurei-Kan

  • ****
  • 2.920
  • Respect: +1220
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #31 on: November 29, 2013, 14:15:45 pm »
0
il discorso pesetti per il vuoto é una di quelle cose che mi ha sempre un pó lasciato dei dubbi.
Per molto intendo 3rx3' 3 volte a settimana con obbigligo in caso il colpo non sia più esplosivo di togliere all'istante il pesetto e proseguire senza.

Ecco un modo oculato di eseguire l'esercizio.
come capisci se il colpo ha perso di esplosivitá? occhiometro oppure con dei test?
ad occhio...francamente non mi vengono in mente dei test...

Io sono una capra e ne so meno di voi ma dei test misurabili dovrebbero esserci certamente.

Mi piacerebbe sentire qualcuno che ce ne pùò parlare anche solo a grandi linee........


*

Offline Dipper

  • *****
  • 12.859
  • What?
  • Respect: +5647
  • Pratico: Karate - PA
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #32 on: November 29, 2013, 14:17:33 pm »
+3
Sempre rimanendo sul generale, il consiglio è di non fermarsi alla mera esperienza diretta del proprio gruppo. Molti di voi conosceranno qualcuno che ha la nonna ottuagenaria che fuma ancora come la ciminiera di un inceneritore e sta benissimo... ma non di meno le sigarette provocano il cancro.

Da noi lo usiamo come "intervallo" post riscaldamento pesante..
Qui permettimi due appunti:
- Il riscaldamento pesante tecnicamente non esiste. O si fa riscaldamento o si fa quello che in realtà lavoro aerobico, e sono due cose diverse e non proprio intercambiabili.
- Lo stretching prima del lavoro tecnico è provato che rende più lassi i muscoli e aumenta le probabilità di infortunio (pure io l'ho fatto per molti anni e non mi sono mai fatto niente, ma è il discorso delle sigarette), a maggior ragione se c'è uno stato di preaffaticamento (il riscaldamento pesante di cui sopra). Consiglierei piuttosto quello che viene chiamato stretching dinamico (sebbene il termine stretching sia usato un po' a sproposito in questo caso, ma è universalmente riconosciuto come tale).

Sullo sparring si sono sempre contrapposte le scuole di pensidero alla "thailandese" (tecnico e rilassato per testare le cose) e all' "olandese" (ben protetti e giù botte simil-incontro).
Non ho mai letto che lo sparring pesante sia di matrice olandese. Come lo hai saputo?
A parte questo dettaglio in realtà comunque lo sparring pesante è controproducente. Le motivazioni sono piuttosto evidenti, il rischio di traumi è alto e mentre un dilettante male allenato che non deve fare gare anche se si ferma un mese o due poco cambia, per un pro significa salutare tutta la programmazione e magari pure il match.
Molto corretto anche il discorso di Clode sulla quantità di ore accumulabili di lavoro situazionale.

ad occhio...francamente non mi vengono in mente dei test...
Potresti considerare di usare la medica ad esempio, anche se ovviamente si può fare sul singolo colpo e obbliga a fermare l'esercizio, ma fornisce un'ottima indicazione. Magari ti basta già l'occhio, ma con l'ausilio dei test potresti anche raffinare la percezione :)
継続は力なり 空手の修業は一生である
UIPASC
AIF FIPL

*

Offline Shurei-Kan

  • ****
  • 2.920
  • Respect: +1220
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #33 on: November 29, 2013, 14:21:43 pm »
0
Potresti considerare di usare la medica ad esempio, anche se ovviamente si può fare sul singolo colpo e obbliga a fermare l'esercizio, ma fornisce un'ottima indicazione. Magari ti basta già l'occhio, ma con l'ausilio dei test potresti anche raffinare la percezione :)

Ecco.... quando ci vediamo mi fai capire un po' meglio come funzika....... io in cambio ti offro una birrozza!  8)

*

Offline Dipper

  • *****
  • 12.859
  • What?
  • Respect: +5647
  • Pratico: Karate - PA
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #34 on: November 29, 2013, 14:27:01 pm »
0
Come già ti dissi, zio, sono a tua disposizione :)
Mi basta essere alla tua lezione di Karate e siamo a posto :thsit:

PS: hai un PM.
継続は力なり 空手の修業は一生である
UIPASC
AIF FIPL


*

Offline Shurei-Kan

  • ****
  • 2.920
  • Respect: +1220
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #35 on: November 29, 2013, 14:28:09 pm »
0
Poi ti chiamo!

*

Offline Menosse

  • *****
  • 4.158
  • GioMinosse, ex Quiao zhi
  • Respect: +2643
  • Pratico: mma; bjj
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #36 on: November 29, 2013, 14:37:55 pm »
0
Ottimo Riugino mi hai preceduto per la risposta a Clode ;) . Era proprio li che volevo arrivare (chissa perchè? :=) )
Quoto anche il resto del tuo post comunque relativamente lo streccci...

*

Ferretti Enrico

Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #37 on: November 29, 2013, 14:42:38 pm »
0
le ripetute con i pesetti e la shadow boxing con i pesetti.. ..

Secondo alcuni Tirare le tecniche zavorrando gli arti può portare a sviluppare difetti nella tecnica.

Si tratterebbe di un caso di "transfer negativo" (magari utile per qualcosa ma dannoso per altro)

"...A negative transfer can often arise when a training movement pattern is too similar to the sporting skill. In this case a “pattern confusion” arises – the two motor patterns are too similar and the body’s ability to perform the original skill is diminished (Mount, 1996)."


Tirare pugni con i pesetti quindi potrebbe peggiorare la precisione dei colpi.

Per cercare di ovviare (almeno parzialmente) a questa possibilità io, ad esempio, faccio tirare i pugni diretti in modo che finiscano ad un'altezza leggermente al di sopra della testa del praticante, con una traiettoria leggermente a salire e non parallela al terreno. Questo limita l'effetto "distorcente" del peso nelle mani.

Oppure faccio eseguire con i pesetti (o gli elastici) solo la prima parte del movimento del pugno, cioè l'impulso e la meccanica iniziale, senza stendere tutto il braccio, onde avere tranfer nella la prima (e fondamentale) parte della catena cinetica del colpo senza compromettere la precisione e l'"esattezza" della tecnica finita.

In poche parole cerco di evitare la "confusione degli schemi" non replicando con i pesetti  esattamente lo schema che poi deve essere utilizzato


*

Ferretti Enrico

Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #38 on: November 29, 2013, 14:53:40 pm »
0
...
Non ho mai letto che lo sparring pesante sia di matrice olandese. Come lo hai saputo?
A parte questo dettaglio in realtà comunque lo sparring pesante è controproducente. ...

La definizione è un riferimento storico a come si allenavano i Chakuriki e la Meijiro  dei primi tempi (ma anche adesso...). ovviamente non era una loro esclusiva.

Concordo che il metodo "thailandese" sia più razionale.

P.S.
Ho un grado di separazione con Thom Harinck (sono amico di un suo buon amico)  :gh:

*

Offline TheElbowSmash

  • **
  • 396
  • "In guardia, manigoldo!"
  • Respect: +515
  • Pratico: La Potenza di Percosse
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #39 on: November 29, 2013, 15:31:27 pm »
+2
Che poi questa eccessiva enfasi nello sparring non è solo prerogativa di scuolette di quartiere e Maestri esaltati, purtroppo.

Ricordo un po di tempo fa un paio di comunicati di Dana White, a proposito della cancellazione di interi eventi UFC in seguito ad incidenti di sparring. Pro Fighters che finivano col sopracciglio aperto o l'occhio inutilizzabile qualche giorno prima del match. E ovviamente al bosso giravano un po le palle  XD

Poi hanno iniziato a rigare dritto.

In tutta onestà, per quella che è la mia esperienza e il mio livello (ovvero "non sono un Professionista") trovo che lo sparring pesante ogni tanto serva. Serve tanto quanto lo sparring tecnico e tranquillo. Serve per preservare quell'abitudine al contatto pesante reciproco che un allenamento più frammentario e "allungato" può assopire nel tempo.
La cosa a cui bisogna stare realmente attenti è il rapporto fra adeguatezza delle protezioni e intensità dello sparring, che spesso viene preso un po troppo alla leggera.

Poi ovviamente se si parla di professionisti insomma, se fai il Fighter di mestiere e ti alleni mattina e sera ogni santo giorno della tua vita, non è che non facendo sparring pesante per un mese, ti dimentichi come colpire violentemente una persona  XD


*

Offline Dipper

  • *****
  • 12.859
  • What?
  • Respect: +5647
  • Pratico: Karate - PA
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #40 on: November 29, 2013, 15:37:24 pm »
0
Ottimo Riugino mi hai preceduto per la risposta a Clode ;) . Era proprio li che volevo arrivare (chissa perchè? :=) )
Quoto anche il resto del tuo post comunque relativamente lo streccci...
;)

Ho un grado di separazione con Thom Harinck (sono amico di un suo buon amico)  :gh:
Direi che è più che sufficiente come fonte XD

le ripetute con i pesetti e la shadow boxing con i pesetti.. ..

Secondo alcuni Tirare le tecniche zavorrando gli arti può portare a sviluppare difetti nella tecnica.

Si tratterebbe di un caso di "transfer negativo" (magari utile per qualcosa ma dannoso per altro)

"...A negative transfer can often arise when a training movement pattern is too similar to the sporting skill. In this case a “pattern confusion” arises – the two motor patterns are too similar and the body’s ability to perform the original skill is diminished (Mount, 1996)."
E' vero. Sta nell'abilità dell'allenatore trovare i migliori espedienti per beneficiare dello stimolo riducendo o eliminando i drawback. Va detto comunque che anche facendo pesi (quelli grossi intendo) la tecnica risente, quindi il problema non è solo dei pesetti, ma in generale di tutto il lavoro dal generale al meno che specificissimo, che comunque, come anche tu hai scritto altrove, è necessario.
継続は力なり 空手の修業は一生である
UIPASC
AIF FIPL

*

Offline Moai

  • **
  • 885
  • NON DISTURBATE IL GATTO!!!
  • Respect: +1173
  • Pratico: SE NON KUDO NON GODO
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #41 on: November 29, 2013, 15:46:49 pm »
+3
a me il lavoro coi pesetti è servito molto a livello personale...

sono daccordo sull'inutilità di estendere totalmente l'arto...

sinceramente mi hanno creato una grande stabilità nel portare i colpi, senza sbilanciamenti, resistenza alla forza veloce....insomma un lavoro di grande aiuto...

però parlo di me e a livello "empirico" ...se poi siamo nel campo del nonno con le sigarette non saprei dire  :P
L'intelligenza illumina, la stupiditá abbaglia

*

Offline Shurei-Kan

  • ****
  • 2.920
  • Respect: +1220
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #42 on: November 29, 2013, 16:20:46 pm »
+1
Evviva i pesetti!!!!! :spruzz:

*

Offline Clode

  • **
  • 889
  • Respect: +605
    • Mixed Martial Brixia
  • Pratico: Mixed Martial Brixia
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #43 on: November 29, 2013, 17:20:17 pm »
0
come test mi sembra poco utile a applicabile

*

Offline Menosse

  • *****
  • 4.158
  • GioMinosse, ex Quiao zhi
  • Respect: +2643
  • Pratico: mma; bjj
Re:Esercizi scorretti, lavori inutili, metodi deleteri.
« Reply #44 on: November 30, 2013, 01:19:54 am »
0
come test mi sembra poco utile a applicabile
Se ti riferisci al test con la palla medica: facilmente applicabile. Utile è utile per misurare i cambiamenti in esplosività delle braccia, certo sarebbe meglio avere delle fotocellule che ti misurano la velocità del pugno da punto A a punto B...